Ha avuto inizio ieri pomeriggio alla Missione di Speranza e Carità la preghiera interconfessionale “per Paul e per tutti i Paul” che rischiano l’espulsione dell’Italia in applicazione delle recenti normative.

Accanto a Fratello Biagio Conte erano presenti il sindaco Leoluca Orlando, Vescovo Capo delle chiese evangeliche tedesche Heinrich Bedford-Strohm e rappresentanti della Chiesa Valdese di Palermo e delle comunità islamiche della città.

“Biagio Conte dal suo ritiro in montagna dell’eremo di San Benedetto il Moro, compatrono di Palermo, è sceso in Missione per pregare “per i poveri, per tutti i disagi e le ingiustizie che si continuano a perpetuare nei confronti dei bambini, dei giovani, degli anziani di tutto il mondo, per la permanenza di Paul, per tutti gli immigrati e gli emigranti italiani, perché non prevalgano le leggi ingiuste e disumane e sperando in leggi ricche di umanesimo e di diritti umani.”

Il sindaco Orlando ha ringraziato la Missione e Biagio Conte “per lo straordinario insegnamento di umanità e delicatezza con la quale sta combattendo insieme a tanti questa battaglia di civiltà.
La città di Palermo, come tutte le comunità religiose, è e continuerà ad essere vicina a lui, a Paul e a tutti i Paul i cui diritti rischiano di essere negati”.

Intanto Fratel Biagio, stamattina ha partecipato alla chiusura del Ramadan, ringrazia di cuore la Comunità Islamica di Palermo per il segno di amicizia e di stima ricevuto, ” QUALE OSPITE D’ ONORE PER LA PRESENZA E L’ ATTIVA PARTECIPAZIONE DURANTE IL MESE DEL RAMADAM NELLA MOSCHEA DI PALERMO”. Fratel Biagio invita tutti a pregare ed agire per un mondo migliore con leggi cariche di umanesimo e di diritti umani.