Avrà luogo oggi alle ore 16.30, in via Libertà 64/a, l’incontro studi su “Valutazione della Performance. Strumenti per una Amministrazione Efficiente”. Obiettivo dell’incontro, aperto ai cittadini e a quanti siano interessati per ragioni professionali al tema dei lavori, è quello di porre l’accento su un’Amministrazione pubblica efficiente, che resta (o dovrebbe auspicabilmente rimanere tale, anche secondo i dettami della nostra Carta Repubblicana) l’obiettivo principale di una corretta azione politica.

Il sistema di misurazione e valutazione della performance, infatti, è lo strumento principale per orientare l’azione amministrativa. Il legislatore nazionale, per l’appunto, già dal 2009 (con il decreto legislativo 150, la c.d. Riforma Brunetta) e nel 2017 (decreto legislativo 74, c.d. Riforma Madia) ha introdotto e migliorato gli strumenti a disposizione del decisore pubblico, esaltando il “miglioramento della qualità dei servizi offerti dalle amministrazioni pubbliche”, nonché la “crescita delle competenze professionali, attraverso la valorizzazione del merito e l’erogazione dei premi per i risultati perseguiti dai singoli e dalle unità organizzative in un quadro di pari opportunità di diritti e doveri, trasparenza dei risultati delle amministrazioni pubbliche e delle risorse impiegate per il loro perseguimento”.

Anche i cittadini sono sempre più coinvolti in questo processo di valutazione della performance.
L’incontro, indirizzato in generale alla Pubblica amministrazione, vuole approfondire la conoscenza della normativa vigente e presentare strumenti operativi, chiari e concreti, a disposizione sia dell’Amministrazione locale attiva (Sindaco e Giunta municipale) che degli organi di indirizzo e controllo (Consiglio Comunale) ma anche dei principali portatori di interesse (cittadini).

Per l’occasione, inoltre, saranno presentati strumenti specifici per migliorare l’efficienza degli enti locali quali la mappatura e reingegnerizzazione dei processi (BPMN) e strumenti di workflow management (gestione mediante gruppi di lavoro collaborativi per raggiungere un risultato comune, ndr).

Un breve cenno ai relatori. Massimo Fierotti, dottore in economia e commercio e abilitato alla professione di commercialista nonché revisore legale, attualmente funzionario della P.A., si occupa di controllo di gestione, programmazione e supporto al processo di valutazione della performance. Vincenzo Scurti, ingegnere gestionale iscritto all’Albo, già consulente aziendale per Sistemi Qualità, Ambiente e Sicurezza, è Auditor/Responsabile del Gruppo di Audit di Sistemi di Gestione Qualità. Attualmente funzionario tecnico della P.A., si occupa di controllo di gestione, mappatura e reingegnerizzazione dei processi. Introduce e modera Roberta Alaimo, parlamentare nazionale alla Camera dei Deputati (M5S) e membro della Commissione Affari Costituzionali.