Scritto da Angela Ganci, psicologa, psicoterapeuta e giornalista, “Autismo. Il metodo Lovaas”, pubblicato da Youcanprint, è un testo accademico, definitorio, ricco di riferimenti teorici, tratti dai manuali più accreditati di classificazione dei disturbi psicologici, schede operative per clinici, famiglie e scuola.

Queste le caratteristiche principali del nuovo saggio della Dott.ssa Ganci che permette al lettore di conoscere il mondo variegato dell’autismo e di comprenderne le problematiche e le risorse.

Nel primo capitolo, una definizione esaustiva dell’autismo, i criteri del DSM V (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) e l’elencazione dei segni precoci, cadenzati per età, una disamina quindi delle cause, neurologiche e ambientali, come l’enorme ruolo dei neuroni a specchio nello sviluppo dell’empatia, il cui deficit è centrale nel disturbo, o il ruolo dei traumi perinatali, senza trascurare le determinanti di ordine genetico.

Il secondo capitolo contiene la precisa, capillare descrizione del Metodo Lovaas, considerato all’avanguardia nel trattamento dell’autismo. Di derivazione comportamentale il metodo prevede una serie di esercizi a difficoltà crescente, rivolti all’autonomia delle abilità di base, a partire dall’assunzione del cibo fino alla gestione delle emozioni e delle attività sociali, come andare a scuola.

Una descrizione minuziosa, step by step, supportata da schede operative tratte dal Manuale originale Lovaas, dove l’autore ci guida alla comprensione del concetto di rinforzo e al suo uso metodico, attraverso cui saldare le nuove abilità acquisite: vestirsi, imitare gesti e frasi, produrre gesti intenzionali, coinvolgersi nel gioco e nell’attenzione condivisi, competenze gravemente compromesse nel disturbo.

Inoltre, è interessante il concetto di prompting (incoraggiamento, suggerimento), laddove l’aiuto dell’operatore nelle acquisizione delle abilità di base, diviene supporto iniziale, di natura fisica e verbale, senza pregiudicare la finalità ultima della gestione autonoma del disturbo.

Il volume, inoltre, comprende due appendici: una guida rapida alla diagnosi del disturbo secondo indici peculiari indicati in apposite schede di osservazione del comportamento, inclusi ruolo e funzioni dell’Operatore specializzato per i minori disabili operante nel contesto scuola; le attività promosse negli anni dallo Studio di psicoterapia diretto dall’Autrice a carattere tematico infantile.

“Autismo: il metodo Lovaas”, un libro essenziale, schematico e perciò esaustivo, che permette di approcciarsi senza pregiudizio al mondo della disabilità proponendo nella collaborazione tra scuola, specialisti e famiglia, la chiave di volta della cura.