Hanno scelto il rito abbreviato e verranno processati il 14 novembre Salvatrice Spataro, 46 anni, e i figli Vittorio e Mario Ferrera di 22 e 21 anni, accusati dell’omicidio di Pietro Ferrera, marito e padre, ucciso nella abitazione in cui viveva coi suoi familiari, a Palermo.

Ferrera, che da anni maltrattava i figli e la moglie, è stato colpito con 50 coltellate dopo l’ennesima lite con la donna che voleva costringere a un rapporto sessuale. A chiamare la polizia è stata la stessa Spataro.

Uno dei figli, prima del delitto, aveva contattato una poliziotta per sporgere denuncia contro le violenze subite dal padre. I tre imputati hanno confessato il delitto.