Una bambina di sei mesi già cianotica e che rischiava il soffocamento è stata salvata grazie all’azione repentina da parte di una pattuglia della Polizia Municipale di Palermo che ha capito la gravità della situazione e l’ha trasportata in ospedale senza attendere l’arrivo dei soccorsi visto anche che l’evento è accaduto non lontano dall’ospedale dove è stata poi presa in cura.

A rendere nota la vicenda è la stessa polizia municipale che non fornisce particolari dettagli se non di aver soccorso ieri pomeriggio una bambina in evidente pericolo di vita.

Il fatto si è verificato in via Ammiraglio Persano dove una pattuglia è stata fermata da alcuni cittadini per una bambina di appena sei mesi che era già cianotica. verificato rapidamente il concitato racconto fatto dai passanti e le condizioni della bambina gli agenti hanno deciso di agire non avendo sufficienti conoscenze mediche personali per operare sul posto una rianimazione dedicata all’evento in corso. Così hanno condotto la bambina insieme ad un soccorritore all’ospedale Cervello dove, entrata al pronto soccorso in codice rosso, è stata rianimata subnito sul posto dal personale sanitario.

La piccola è stata poi ricoverata per accertamenti successi così come sulla sequenza degli eventi sono in corso approfondimenti per comprendere se, come sembra, l’intera vicenda sia ricondibile ad un semplice quanto potenzialmente drammatico incidente.

Il sindaco Leoluca Orlando e il vicesindaco, Fabio Giambrone hanno espresso il proprio apprezzamento e ringraziamento per gli agenti della polizia municipale che ieri hanno soccorso una bambina di appena sei mesi in evidente pericolo di vita.
“Questo intervento – hanno detto il sindaco e vice sindaco – dimostra ancora una volta  come la polizia municipale sia un Corpo vicino ai cittadini e pronto a rispondere in ogni momento a tutte le esigenze”.
Il comandante Vincenzo Messina ha sottolineato che “in ogni momento gli agenti della Polizia Municipale dimostrano il proprio attaccamento al lavoro ed alla città, sempre con grande professionalità ed umanità”.

Si trova all’ospedale Di Cristina, invece, una bambina di quasi due anni grave dopo essere precipitata dal balcone della propria abitazione.

Il drammatico incidente è avvenuto ieri pomeriggio in via Fiera dell’Eremita in un quartiere periferico di Campobello di Mazara. la bambima, a quanto pare, stava gioocando quando, per motivi che dovranno essere accertati, è caduta dal balcone dell’abitazione che sorge al primo piano di una delle palazzine della strada.

Secondo il racconto fatto a investigatori e soccorritori arrivati sul posto la bambina sarebbe sfuggita al controllo dei gentori per andare a fare un gioco in balcone che le sarebbe stato vietato in passato. prprio queste circostanze dovranno essere accertate. Di fatto, però, durante questo gioco la piccola ha perso l’equilibrio precipitando dal primo piano.