Nel corso di un blitz la polizia municipale di Palermo ha sorpreso due posteggiatori abusivi e ha sequestrato un’officina di autoriparazioni ed una autorimessa, prive di autorizzazioni.

In particolare, i parcheggiatori abusivi sono stati sanzionati sabato scorso in due zone del capoluogo in cui si stavano svolgendo due grandi manifestazioni. In via Lanza di Scalea, al velodromo, dove si stava svolgendo l’Unlocked Music Festival è stato sanzionato un trentacinquenne, mentre in via della Favorita, durante la Fiera del Mediterraneo, la sanzione è stata comminata ad un trentanovenne;  per entrambi la sanzione comminata è di 771 euro.

Il nucleo di polizia ambientale nel corso degli accertamenti mirati al rispetto della normativa ambientale ha sequestrato una officina di autoriparazioni in via Mongerbino ed una autorimessa in via Cesalpino.

Durante il sopralluogo in via Mongerbino gli agenti hanno riscontrato che nell’officina di circa 40 metri quadrati, dotata con attrezzature e strumenti di lavoro erano presenti due auto in attesa di riparazione. Alla rituale richiesta di documentazioni  amministrative, il titolare di 63 anni non esibiva, perché sprovvisto, le autorizzazioni necessarie e la relazione fonometrica indispensabile per la specifica attività e quindi si procedeva alla chiusura immediata con il sequestro dei locali.

Lo stesso provvedimento è stato eseguito in un altro intervento effettuato con i carabinieri della stazione Palermo Scalo, nel piano scantinato  di un edificio di via Cesalpino, nei confronti del titolare 31enne di una autorimessa con annesso autolavaggio manuale, estesa circa 900 metri quadrati.  I militari hanno sorpreso l’attività in pieno svolgimento, con autovetture in fase di lavaggio e asciugatura e  60 autoveicoli e 10 motocicli custoditi all’interno, di fatto abusiva, senza alcuna autorizzazione.