Blitz della guardia costiera nel porticciolo della Cala a Palermo. I militari nel corso dei sopralluoghi hanno accertato l’occupazione di parte del demanio marittimo non conforme rispetto all’autorizzazione concessa di due esercizi commerciali che si trovano nella banchina.

Il titolare di Calamida è stato deferito in procura per l’occupazione non conforme di parti di demanio marittimo rispetto alle prescrizioni della concessione.

Per il titolare della A Cala è scattata una multa di 1032 euro per uso difforme dell’area data in concessione rispetto a quanto previsto dall’autorizzazione.

Nel corso dei controlli sono state trovate alcune auto in banchina. Per i proprietari sono scattate multe da 102 euro. Ai pescatori è stato imposto la corretta etichettatura dei materiali da pesca lasciati in banchina.