Ma è chiaro che serve un momento più strategico per il rilancio dell’area di Termini Imerese”. L’ha annunciato il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano, incontrando la stampa nella Prefettura di Palermo.

“Dobbiamo riaprire con urgenza il tavolo sul rilancio industriale di Termini Imerese, io non mi unisco alla lunga coda di persone che hanno immaginato percorsi per Blutec. Ho già raccolto la disponibilità del ministro Patuanelli” ha aggiunto.

“Le deroghe per la cassa integrazione degli anni 2017, 2018 e 2019 per i lavoratori della Blutec sono già state firmate. E il governo nazionale ha garantito il massimo impegno per chiudere in tempi brevi questa partita. Lo ha assicurato il ministro Provenzano oggi a Palermo”. Così Enzo Comella della Uilm Palermo dopo l’incontro: “Bene l’impegno sulla cassa integrazione sino al 31 dicembre, una boccata d’ossigeno per questi lavoratori senza stipendio da giugno. Il ministro ha assicurato anche l’apertura di un tavolo di confronto per il recupero dell’area industriale. E’ prevista, infine, la sua visita a Termini Imerese”.

“Le deroghe per la cassa interazione degli anni 2017, 2018 e 2019 per i lavoratori della Blutec sono già state firmate. E il governo nazionale ha garantito il massimo impegno per chiudere in tempi brevi questa partita. Lo ha assicurato il ministro Provenzano oggi a Palermo”. Così Enzo Comella della Uilm Palermo : “Bene l’impegno sulla cassa integrazione sino al 31 dicembre, una boccata d’ossigeno per questi lavoratori senza stipendio da giugno. Il ministro ha assicurato anche l’apertura di un tavolo di confronto per il recupero dell’area industriale. E’ prevista, infine, la sua visita a Termini Imerese”.

“Riteniamo fruttuoso questo incontro – ha commentato Antonio Nobile segretario generale Fim Cisl Palermo Trapani, -. Il ministro si è mostrato molto determinato nel dare supporto alla vertenza, incidendo su governo nazionale e regionale, noi dal canto nostro abbiamo chiesto una accelerazione immediata sulla vertenza e di riprendere l’accordo di programma ricercando in maniera fattiva nuovi investitori, punto sul quale ha pienamente concordato”. Nobile aggiunge, “La conferma dell’amministratore giudiziario Glorioso, è un elemento importante per il lavoro svolto fino ad adesso su Blutec. Il ministro ha garantito massimo impegno su questa vertenza che lui stesso ha definito una delle più vecchie e mai risolte. Vuole ripartire, coinvolgendo tutti i soggetti che possono aiutare a dare concretezza al piano di reindustrializzazione. Come lui stesso ha sottolineato, serve ripartire dal lavoro e dalla vocazione di un’area industriale deve rimanere tale, annunciando poi una visita a Termini Imerese per incontrare Glorioso ma anche il presidente dell’Autorità portuale vista l’importanza del porto commerciale di Termini Imerese”. Sull’argomento interviene anche il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana, “bene l’impegno del ministro Provenzano, serve coinvolgere tutti i soggetti interessati per il rilancio di tutto il comprensorio di Termini Imerese, come più volte chiesto dai sindaci della zona. Bisogna lavorare allo sviluppo di un territorio dalla grande vocazione industriale come quello del termitano in modo da fare da volano anche a quello dei comuni vicini”.