I carabinieri hanno arrestato Sebastiano Marchese, 56 anni palermitano, accusato di illecita combustione di rifiuti.

I militari hanno sorpreso Marchese in un terreno di contrada masseria D’Amari, mentre bruciava fili elettrici per ricavare il rame contenuto.

L’area è stata sottoposta a sequestro. Il gip ha convalidato l’arresto e imposto a Marchese la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Misilmeri.