Associazioni animaliste palermitane e volontari sono in grande apprensione per la sorte dei cani trasferiti a marzo dal canile municipale di Palermo in via Macello , in una struttura di Caserta. Tanto che non hanno esitato a parlare più volte di “deportazione” dei cani.

Hanno quindi deciso di inviare una richiesta di intervento immediato all’assessore del Comune di Palermo con delega al canile Leopoldo Piampiano.

Ecco quanto si legge nella nota:

“Gentile Assessore Piampiano,
in riferimento ai cani trasferiti presso il canile di Caserta, chiediamo intervento immediato e riscontro clinico sul soggetto chip 380260043520815 ex box mattatoio 127.
Il cane, come foto allegata, il giorno della partenza 20 Marzo 2019 pesava 25 kg come riscontrabile nella cartella clinica; nella giornata di ieri è stato pubblicato un video su Facebook ove si evince che l’animale deportato presso la struttura appaltatrice è in notevole stato di dimagrimento, quasi un piccolo scheletro che cammina.
Si richiede pertanto, essendo cani di proprietà del Comune di Palermo che venga fatta immediata ispezione per verificare le condizioni igienico sanitarie di tutti gli animali trasferiti fuori regione e ricoverati presso il Pet’s boarding house.
Si richiede, altresì, copia della cartella clinica attuale per il soggetto 380260043520815, copia degli esami ematochimici con allegato elettroforesi, titolazione leishmaniosi, esami relativi infezioni da zecca ed ove già l’animale fosse in terapia, conoscere la terapia somministrata al fine di scongiurare il possibile maltrattamento animali nella struttura da Voi scelta.
Visto gli accordi presi dal Dottore Fiorino ai tavoli tecnici ove avesse bloccato il trasferimento di animali qualora un solo cane fosse stato detenuto in condizioni non idonee, si prega di intervenire immediatamente per il benessere degli animali bloccando già da ora la deportazione prevista oggi per i cani detenuti a Casteldaccia struttura Troncale verso Caserta.
Certi sia cosa gradita, porgiamo distinti saluti”.

La richiesta di intervento è firmata da Giuseppa Caldo, Francesca Leonforte, Angela Verace, Silvana Di Fede, Salvatore Libero Barone, Lida Palermo, Felici nella Coda, Enpa Palermo, Uada Palermo, Oipa Palermo, Rifugio lo Scodinzolo, Lega del Cane Palermo.

Intanto oggi, come si legge nella nota, altri cani ospitati a Casteldaccia dovrebbero raggiungere Caserta. Al canile municipale di Palermo, durante il trasferimento dei cani dello scorso marzo, non sono mancate polemiche e tensioni.