“Il trasferimento in Campania dei cani ospitati nel canile di Palermo non è la soluzione definitiva ad un problema più ampio”. A dichiararlo è Fabrizio Ferrandelli che ieri ha presentato una diffida all’amministrazione comunale dopo che una nutrita folla di animalisti si è recata in via Tiro a Segno per bloccare dei furgoni che stavano per essere caricati con alcuni cani, destinazione Caserta.

“Siamo preoccupati per la salute dei cani che il comune vorrebbe trasferire a Caserta con più di 7 ore di viaggio – dice il consigliere di +Europa -. Ho presentato formale diffida all’amministrazione e a seguito dei controlli da me richiesti ai Nas, di concerto con le associazioni, sono state considerate idonee soltanto 6 delle 17 gabbie dei furgoni con cui la società campana si è presentata”.

Ieri forze dell’ordine e Asp di Palermo hanno deciso di sospendere le operazioni di trasferimento. “Segno – spiega Ferrandelli – che le nostre perplessità erano fondate e lontane da speculazioni politiche”.

Stamattina il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle ha annunciato di voler inviare in procura un esposto sul caso dei cani da portare in Campania.

“Chiediamo all’amministrazione di ripensarci – conclude Ferrandelli – e riprendere il dialogo con le associazioni animaliste che in questi anni sono state fondamentali nell’adozione di centinaia di cani e nella supplenza a tante difficoltà del canile”.