Gli uomini della Capitaneria di Porto hanno sequestrato 2700 chili di pesce  catturato in modo illegale da alcuni pescherecci in Sicilia.

In particolare è stato sanzionato un motopesca della marineria di Termini Imerese per aver pescato 800 chili di tonno rosso  ( senza disporre della necessaria quota. I componenti del peschereccio hanno cercato di fuggire durante i controlli.

Sono stati multati anche due pescatori diportisti, uno nella zona di Marsala, intento a sbarcare 1850 chili di tonno rosso ed un altro nel palermitano intento a pescare con attrezzi professionali.

Per quest’ultimo è stato disposto il sequestro del palangaro e dell’esemplare di pesce spada rinvenuto a bordo. Tutti i prodotti ittici giudicati idonei al consumo alimentare umano, dai veterinari dell’Asp, sono stati devoluti in beneficenza ad istituti caritatevoli.