Mentre il sottosegretario alla Infrastrutture Giancarlo Cancelleri annuncia, in occasione delle feste natalizie, l’aumento delle tratte aeree da Milano e Roma per i due maggiori aeroporti siciliani, non si ferma la protesta del caro biglietti aerei. I prezzi, infatti, continuano ad essere alti nonostante le proteste dei pendolari, costretti a pagare cifre esorbitanti per poter tornare in Sicilia.

Intanto sfiora le 32 mila sottoscrizioni la petizione avviata dall’Unione degli Industriali di Confcommercio Palermo. Una raccolta firma, ospitata dal sito Change.org, per chiedere immediati provvedimenti che possano mettere fine a questo inspiegabile salasso. Un aumento dei prezzi che ha visto lievitare i costi dei biglietti oltre i 500 euro.

Anche oggi continua l’osservatorio dei prezzi di BlogSicilia. Abbiamo simulato l’acquisto di un biglietto per volare da Milano e Roma per Palermo e Catania con Alitalia e Ryanair.

Per volare d Roma a Palermo Con la compagnia di bandiera Alitalia il prezzo del biglietto parte dai 160 euro fino ad arrivare ai 307 euro.

 

Per raggiungere il capoluogo siciliano da Milano Malpensa invece il prezzo del biglietto parte dai 130 euro fino a ai 449 euro.

 

Il volo Roma Palermo con Alitalia non è disponibile. Se invece il viaggio parte da Milano Malpensa il prezzo del biglietto parte dai 127 euro fini a toccare i 302 euro.

Prezzi leggermente più contenuti con Ryanair. Per andare da Roma a Palermo a bordo di un velivolo della compagnia irlandese il prezzo dell’unico volo disponibile è di 141 euro.

 

Da Milano Malpensa, per raggiungere Palermo, servono 41 euro.

 

L’unico volo disponibile per la tratta Roma-Catania di Ryanair è quello delle 22.15 e costa 289 euro.

 

Per volare da Milano Malpensa a Catania il viaggiatore deve pagare dai 234 auro ai 290 euro.

 

Il prezzo dei biglietti di Ryanair e Alitalia è stato osservato alle 13 del 26 novembre e potrebbero variare durante la giornata.

Su questo tema continua la raccolta firme sotto la petizione sposata anche da BlogSicilia che può essere firmata qui