Il cinema muto d’autore in proiezione alla cripta di Santa Maria del Piliere. Giovedì 15 e venerdì 16 settembre, alle 21:15, si terrà alla cripta della chiesa di Santa Maria del Piliere (Piazzetta Angelini, Via Bara All’Olivella 1) “The sound of silence”, una rassegna, organizzata dall’associazione “Amici dei Musei Siciliani”, dedicata ai pionieri del cinema muto Robert Wiene, F. Wilhelm Murnau, Fritz Lang e Rupert Julian, che tra gli anni venti e trenta del ‘900 hanno dato vita a una serie di film le cui atmosfere cupe e spettrali costituiscono un immediato antecedente del futuro genere horror.

Frutto di una creativa rielaborazione delle esperienze figurative e teatrali d’avanguardia, infatti, il cinema tedesco degli anni ’20 ha dato voce all’urlo che proveniva dall’inconscio materializzando sullo schermo ciò che di più oscuro è celato nell’uomo. Sulla scia dei contemporanei studi freudiani, registi come Wiene, Murnau e Lang hanno scandagliato i recessi della mente portando alla luce mostri e paure ancestrali, incarnati spesso da personaggi demoniaci quali vampiri, automi e perfidi assassini.

Dalle atmosfere gotico-orrorifiche è anche il cinema del Rupert Julian, attore, regista e produttore neozelandese operante in America fino all’avvento del sonoro, autore di film dai toni oscuri e misteriosi, dal forte carattere evocativo e romanticamente spettrale.

Il programma delle proiezioni sarà il seguente:

15 Settembre – Il fantasma dell’opera di Rupert Julian (1925)
16 Settembre – Tartuffe di F. W. Murnau (1926)
22 Settembre – Le mani di Orlac di R. Wiene (1924)
23 Settembre – Il dottor Mabuse di F. Lang (1922) prima parte
24 Settembre – Il dottor Mabuse di F. Lang (1922) seconda parte