E’ inammissibile che nel 2018 a Palermo si muoia per strada. Sui senzatetto ho sentito in questi giorni solo strumentalizzazioni ma la politica non può dividersi su un tema così importante. Le istituzioni siano unite nell’affrontare quest’emergenza con proposte concrete”.

Lo afferma il capogruppo del Partito democratico a Sala delle Lapidi, Dario Chinnici, che aggiunge: “I cittadini palermitani in difficoltà che vivono per strada sono tanti e occorrono azioni trasversali. Incontrerò in questi giorni l’Assessore alle Attività Sociali Giuseppe Mattina per chiedergli l’istituzione di un tavolo tecnico-istituzionale insieme alle associazioni. Bisogna passare dalle parole ai fatti, per questo proporrò all’amministrazione di individuare due o tre beni, comunali o confiscati alla mafia, che possano essere utilizzati come luoghi di accoglienza notturna, gestiti direttamente dal Comune o affidati alle associazioni che già tanto fanno in città. A Palermo ne esistono soltanto due e sono troppo pochi, occorre aumentarne il numero”.

“Non basta solo creare strutture – continua il capogruppo dem – serve un progetto trasversale e complessivo che sia strutturato e che abbia al centro la “persona”. Nell’anno di “Palermo Capitale della Cultura” dobbiamo porre con forza il tema culturale dell’emarginazione sociale. Dobbiamo sostenere dunque – conclude Chinnici – le associazioni che si occupano del percorso sociale dei nostri concittadini in difficoltà fornendogli gli opportuni strumenti. Sui questi temi è importante che ognuno faccia la propria parte”.