“Ora bisogna passare rapidamente ai fatti. E siccome noi badiamo alle cose concrete, mentre lasciamo gli insulti ad altri, invito il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a collaborare in modo concreto per la scelta del commissario straordinario che dovrà sbloccare i lavori sulla disastrata viabilità siciliana“. Lo dice in una nota il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.

“Abbiamo una terna, nomi di professionisti di altissimo profilo fuori da logiche politiche, abbiamo centinaia di milioni di euro per gli interventi di ripristino di tantissime strade provinciali – aggiunge – e sarebbe un delitto lasciarli fermi per uno sterile scontro sul nome del commissario. La Sicilia non può più aspettare. Invito quindi Musumeci a un incontro, qui da me al ministero, se preferisce. E auspico si giunga in fretta alla soluzione migliore per ridare dignità ai siciliani che viaggiano”.

“Pronti ad incontrare il ministro Toninelli a Roma per affrontare finalmente il problema della disastrata viabilità provinciale in Sicilia”. Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. “Ma il ministro ci dica, con assoluta chiarezza, con quale denaro aggiuntivo e con quali procedure straordinarie intende affidare all’eventuale commissario il compito di sostituirsi alle ex Province. Per noi non è una questione di nomi, ma di merito e di metodo. I siciliani sono stanchi di proclami e buone volontà”.

“In questi giorni ho visto tanti articoli di giornale, tanti post su Facebook che parlano di questo Sud dimenticato dallo Sblocca cantieri. È girata anche una cartina con l’indicazione delle infrastrutture ma non è corretta, sono soltanto stime. Nel testo c’è scritto chiaramente che attraverso alcuni decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri verranno indicate tutte le opere che sono considerate strategiche. Sono al lavoro con il ministro Danilo Toninelli, e con il presidente Giuseppe Conte, e vi posso assicurare che ce ne saranno tante e soprattutto al Sud, una terra che più ha patito l’assenza di infrastrutture”.

Lo afferma nel corso di una diretta video su Facebook il ministro per il Sud Barbara Lezzi.

“Sarebbe veramente un delitto dimenticare di nuovo il Sud Italia, ma non è cosi: cerchiamo di credere a quello che è vero – prosegue Lezzi -. Il decreto del presidente del Consiglio dei Ministri sarà pronto a breve, perché stiamo compilando la lista, e abbiamo in mente di fare presto e di fare velocemente: la crescita passa sicuramente dalle infrastrutture, e bisogna sbloccare parecchi miliardi che sono stati imbrigliati e tenuti fermi negli ultimi decenni. Quindi, abbiate fiducia che a breve avremo tutta la lista, vera e reale, delle infrastrutture che saranno sbloccate, soprattutto al Sud”.