La commissione regionale Antimafia ascolterà in audizione, prevista per il 13 settembre, l’avvocato Calogero Montante, legale del falso pentito Vincenzo Scarantino della strage di via D’Amelio. Si tratta della prima seduta della commissione parlamentare, guidata da Claudio Fava, che dopo avere ascoltato, lo scorso 18 luglio, Fiammetta Borsellino, figlia del magistrato assassinato nel ’92, ha deciso di aprire una istruttoria sui depistaggi della strage.

Vincenzo Scarantino, accusatosi di aver partecipato all’attentato di via d’Amelio, venne arrestato nel 1992, ritrattando poi la sua versione e ammettendo in seguito di essere stato costretto a confessare il falso sotto pressioni di alcuni investigatori con la conseguente scarcerazione degli imputati che erano stati condannati sulle base delle sue dichiarazioni.

Sui depistaggi Fiammetta Borsellino ha scritto una lettera rivolta alle autorità, chiedendo risposte sulla scomparsa
dell’agenda rossa del padre, sulla mancata disposizione di misure protettive per il giudice, sul falso pentito Scarantino.