“Se quanto dichiarato dal Presidente della Regione, Rosario Crocetta, in merito ai fondi erogati per l’assistenza e la cura dei diversamente abili già deceduti, risultasse vero, sarebbe gravissimo, sia perché fondi destinati ai disabili sarebbero stati ‘distratti’ da chi doveva utilizzarli per l’assistenza, sia perché denoterebbe la mancanza di controllo degli organi preposti, quali ASP, distretti socio-sanitari”. Lo dice dice Giusi Scafidi, Presidente della IV Commissione alle Politiche Sociali al Comune di Palermo.
“Invito la Dottoressa Gambino, garante regionale per i diritti dei disabili a procedere con un esposto alla Procura della Repubblica, poiché sono stati negati dei diritti ai diversamente abili per mancanza di fondi, fondi che invece venivano erogati anche per i disabili già deceduti” conclude la Scafidi.