Come è noto, domenica 31 gennaio 2016, avranno luogo le operazioni di evacuazione della popolazione interessata e di disinnesco dell’ordigno bellico rinvenuto, il 5 gennaio scorso, presso l’area demaniale di Palermo, denominata “Castello a mare”.

Con Ordinanza prefettizia n. 8217 del 25 gennaio 2016, è stata disposta, per domenica 31 gennaio 2016, l’attivazione del Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.), che coordinerà tutti gli interventi, sia nella fase di predisposizione delle operazioni di evacuazione e di messa in sicurezza della zona interessata, sia nella fase operativa di disinnesco dell’ordigno rinvenuto.

Il C.C.S. è costituito dai rappresentanti dei seguenti Uffici e Comandi: Prefettura, Questura, Comando Provinciale dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco, Genio Militare, Capitaneria di Porto, Protezione Civile Regionale, Provinciale e Comunale, Polizia Municipale, Autorità Portuale, Soprintendenza ai BB. CC. AA., Azienda Sanitaria Provinciale (A.S.P.), Servizio “118”, Croce Rossa Italiana (C.R.I.), A.M.A.T, A.M.A.P., A.M.G. Gas, ed ENEL.

Si informa che il Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.) verrà attivato, dalle ore 06.00 e sino a cessate esigenze, presso la sede distaccata della Prefettura, ubicata in via Sampolo, n.69 in quanto la sede centrale sita in via Cavour insiste nell’area soggetta alle operazioni di evacuazione.

Si comunica, infine, che sul sito internet della Prefettura di Palermo saranno pubblicati, sin dalle ore 6.00 di domenica 31 gennaio 2016, gli aggiornamenti in ordine alle varie fasi delle operazioni.