Sulla vicenda dell’allarme sanitario nella discarica di Bellolampo rompe gli indugi anche la chiesa palermitana con la posizione espressa da Padre Massimiliano Nobile, direttore dell’Istituto Antoniano Padre Annibale Maria di Francia di Palermo.

“L’Enciclica Laudato sì di Papa Francesco – afferma Padre Masimiliano Nobile – è un monito per l’intera comunità cristiana a non tralasciare il tema della salvaguardia ambientale e del rispetto per il creato. Bellolampo, come ormai è assodato, rappresenta una minaccia per la vita dei palermitani. Noi come pastori della chiesa – prosegue Padre Nobile – non possiamo restare a guardare. Ho già colto favorevolmente l’iniziativa posta in essere da alcuni rappresentanti delle istituzioni regionali che lo scorso 1 settembre in contrada Grottarossa, nel nisseno, in occasione della giornata mondiale per la salvaguardia del Creato, si sono posti al fianco degli agricoltori.

Continuerò a sostenere la causa di chi come i deputati regionali Figuccia e Lo Giudice si pone contro il sistema del malaffare e cerca soluzioni ecosostenibili e volte alla tutela dei nostri concittadini”.