Un invito a donare il sangue in un momento in cui se ne registra una grave carenza, che mette a rischio la programmazione dell’attività chirurgica, è stato lanciato dalla Fondazione Giglio di Cefalù.

”E’ un gesto di grande solidarietà – ha detto il presidente della Fondazione Giovanni Albano – che diventa un salvavita in pazienti oncologici che attendono di essere trattati chirurgicamente”.

Un accorato appello a donare è stato postato su Facebook anche dal responsabile della chirurgia del Giglio, Guido Martorana.

“Ho sette pazienti con tumore al colon e due con tumore allo stomaco che non riusciamo ad operare – ha scritto – perché manca il sangue. Donate”, ha ribadito il chirurgo. Lo stesso Martorana ha anticipato di aver dovuto riprogrammare 4 interventi per la prossima settimana.

“Purtroppo – ha concluso il direttore sanitario Salvatore Vizzi – la carenza di sangue è un problema che ci troviamo a fronteggiare, noi come altre strutture, ogni anno nel pieno della stagione estiva. Da qui il nostro invito a donare prima di partire per le vacanze”.

E’ possibile donare presso il Centro trasfusionale dell’Asp 6, presente all’interno della Fondazione Giglio, tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.

Quello dell’emergenza sangue è un problema annoso che tocca punte di estrema gravità proprio nei mesi estivi e che non risparmia ovviamente l’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia Cervello il cui fabbisogno annuo si attesta su oltre 23mila unità (oltre 12 mila per il Cervello e circa 11 mila per Villa Sofia). La sola Unità operativa di malattie rare del sangue e degli organi ematopoietici, diretta da Aurelio Maggio, dove sono in cura oltre 200 pazienti talassemici, che necessitano di trasfusioni ogni due/tre settimane, assorbe un fabbisogno di circa 5300 unità di sangue all’anno.

Lanciamo un appello a donatori vecchi e nuovi – afferma il Direttore Generale Walter Messina – affinchè vengano a donare e aiutarci ad affrontare una situazione davvero difficile che rischia di mettere a repentaglio la salute di tanti pazienti, senza contare che la grande escalation di incidenti stradali di questi ultimi giorni ha fatto affluire nelle nostre unità operative diversi soggetti che necessitano anch’essi di trasfusioni. Donare il sangue è un atto di amore e di civiltà nello stesso tempo. Contiamo sulla solidarietà dei palermitani e sull’impegno dei nostri operatori e delle associazioni”.

Per puntare a incrementare le donazioni in questo periodo, nel corso del quale si registrano ritardi nelle trasfusioni di oltre una settimana, l’Azienda Villa Sofia Cervello sta organizzando una serie di iniziative e di appelli. Intanto domenica  21 luglio è prevista una giornata di raccolta straordinaria di sangue con il servizio trasfusionale del Cervello, dove opera l’Associazione Fratres, che resterà aperto dalle 8 alle 12,30. Coloro che effettueranno la donazione potranno anche fare il test sulla talassemia ed è disponibile anche un servizio di consulenza per lo screening cardio vascolare. In via di definizione anche un programma di aperture straordinarie domenicali nel mese di agosto. Giornalmente al servizio trasfusionale del Cervello è possibile donare il sangue dal lunedì al sabato dalle 8 alle 12,30 e negli stessi giorni e negli stessi orari si può donare il sangue anche al Centro trasfusionale di Villa Sofia.