Ancora danneggiamenti e furti alla scuola Giovanni Falcone dello Zen 2 di Palermo. A dare comunicazione dell’ennesimo atto vandalico lo stesso istituto sulla pagina Facebook. “Lunedì si torna a scuola – scrivono sui social -. I bambini avranno voglia di rivedere le maestre, le aule, i propri giochi. Questa volta, però, il sorriso scomparirà rapidamente dal loro volto, quando scopriranno che, vandali abietti e dissociati, sono entrati a scuola ed hanno rubato alcuni giochi, tra cui il grande gonfiabile che era stato generosamente donato da un benefattore.
Questi individui dovrebbero osservare l’espressione triste di questi bambini, ai quali hanno sottratto, per l’ennesima volta, il sorriso .Ogni danno arrecato alla scuola è un danno fatto ai bambini; questo gesto suscita profonda indignazione e sollecita l’intera comunità, della scuola e del quartiere, ad una collaborazione sempre più attiva”.

Non è la prima volta che la scuola Falcone è oggetto di raid di questo tipo. Basti pensare a quando ad esser preso di mira il busto del magistrato a cui la scuola è intitolata.

Una scuola di frontiera che ha visto nel corso degli anni anche l’attenzione delle istituzioni.