“Ottima lista, niente correnti, più donne che uomini. Renziani? Zingarettiani? Calendiani? No, alle europee ci sarà la lista del Pd”.

Il Pd arriva secondo nella chiusura delle liste dopo Forza Italia dove però c’è ancora qualche problema da risolvere. Gongola il segretario Davide Faraone nel presentare le scelte fatte dal partito per la circoscrizione V Sicilia-Sardegna. “Inutile lo sport di guardarla in controluce per capire chi appartiene a chi. C’è gente fresca, bella e sarà un piacere fare la campagna elettorale. Il tema non sarà la competizione tra le correnti del Pd, di cui non frega niente a nessuno, ma come arginiamo i gialloverdi che stanno distruggendo il Paese”.

“Ci sarà Caterina Chinnici, uscente, che corre per continuare l’ottimo lavoro sul fronte della legalità, Michela Giuffrida, che ha fatto bene a Bruxelles e che, in questi anni, ha lavorato per far contare di più la Sicilia in Europa, ci sarà Pietro Bartolo, medico di Lampedusa, simbolo di un’Isola solidale, accogliente, in lista anche Mila Spicola, insegnante e da sempre impegnata sui temi del diritto allo studio, dell’abbandono scolastico e delle periferie”.

Ma non basta “C’è Attilio Licciardi, ex sindaco di Ustica e dirigente di primo piano della sinistra siciliana, Virginia Puzzolo, ricercatrice della Commissione europea nel campo dell’aerospazio e Leonardo Ciaccio, straordinario sindaco di Sambuca di Sicilia, Borgo dei Borghi 2016″.

“Ecco la lista del Pd – conclude Faraone – una squadra che parla alla società civile e non ai ras delle preferenze, che interpreta fino non fondo la voglia di novità, di cambiamento, di nuova politica. Con i nostri candidati gireremo comune per comune, racconteremo il nostro programma per una nuova Europa e per una Sicilia che conti di più”.