Il colpo è fallito grazie ad un sms inviato da un cliente che si trovava in banca ad un amico poliziotto. “C’è una rapina aiuto”.

E così i rapinatori in trasferta sono stati arrestati mentre si trovavano nell’agenzia Credem ad Alcamo. Due palermitani responsabili del un colpo all’agenzia di viale Europa, ad Alcamo.

Si tratta di Salvatore Ferrante, 33 anni, e Gaetano Mangione, 39 anni, fermati in flagranza di reato e accusati di tentata rapina aggravata.

I due rapinatori in trasferta sono entrati in azione due giorni fa, intorno alle 13. Proprio a quell’ora un agente libero dal servizio ha ricevuto un messaggio da un’amica che gli spiegava di trovarsi in banca e chiedeva aiuto.

In pochi minuti sul posto sono arrivate diverse pattuglie per circondare la zona e bloccare la circolazione.

Dall’esterno gli agenti di polizia hanno notato due individui travisati con berretti e cappucci che si aggiravano nervosamente all’interno degli uffici.

A quel punto, armi in pugno, hanno deciso di fare irruzione e sono riusciti a bloccare e arrestare i rapinatori”.

I due, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, erano entrati poco prima nell’istituto di credito, minacciando e picchiando i cassieri e il direttore per costringerli ad aprire la cassaforte.

Ma grazie al coraggio di una cliente e al provvidenziale intervento dei poliziotti, i due trasfertisti non sono riusciti a portare a termine il loro piano.

Dopo gli adempimenti di rito entrambi gli arrestati, su disposizione della Procura della Repubblica del tribunale di Trapani, sono stati rinchiusi nel carcere San Giuliano a Trapani in attesa dell’udienza di convalida.