Avrà luogo sabato 11 gennaio la tradizionale giornata all’insegna del divertimento e dell’importanza di mangiar sano organizzata dalla Scuola del Cuore Immacolato di Maria ai Danisinni.

Nell’ambito dello speciale appuntamento “Fatti una spremuta: festa degli agrumi all’istituto CIM”, l’Istituto presenterà inoltre la sua offerta didattica nel contestuale “Open day 11 gennaio” alle famiglie e ai loro bimbi.

La Scuola paritaria (Primaria e dell’Infanzia) del ‘Cuore Immacolato di Maria’, ubicata in via Cappuccini (al civico 101, ndr), aprirà le porte dalle ore 10:00 alle 12.30.  Il tema della giornata, come da tradizione, è la “festa degli agrumi”: i bambini che faranno visita saranno i protagonisti indiscussi della raccolta di questi preziosi e profumati frutti negli ampi giardini di cui è dotata la scuola.

Dopo l’esperienza nell’agrumeto, non mancherà il coinvolgimento dei bambini in appositi laboratori creativi, scientifici e manuali, sotto la regia delle insegnanti, proprio alla scoperta delle caratteristiche e delle proprietà benefiche degli agrumi che, ricchi di vitamina C, non dovrebbero mai mancare nell’alimentazione quotidiana dei più piccoli.

Le arance dell’agrumeto scolastico (uno spazio-scuola che di per sé è palestra di vita per l’approccio spontaneo alla Natura) sono naturalmente biologiche, non mancano nella mensa scolastica dei bambini e rappresentano tra l’altro uno tra i frutti più amati sin dalla tenera età.

La raccolta e successiva degustazione di spremute e dolci genuini saranno solo alcune delle molteplici attività didattiche e ludiche proposte dal CIM. Sarà possibile per le famiglie visitare gli spazi interni ed esterni della scuola e conoscere quindi l’offerta formativa.

La Scuola è gestita da suore francescane, arrivate a Palermo nel 1906 e sin dal 1923 stabilitesi nel quartiere storico di Palermo, Danisinni (rione noto a Palermo perché la vicina cava fu il luogo dove vennero estratti i blocchi di calcarenite per edificare i bastioni del Palazzo Reale e le mura del Teatro Massimo).

Sin dal loro arrivo, le suore del CIM si sono sempre occupate di istruire i piccoli, fungendo anche da educandato e accogliendo le bambine provenienti dai paesi limitrofi. Oggi la scuola accoglie bambini dai 3 ai 10 anni (ma sin dal prossimo anno scolastico è prevista l’apertura del micro-nido per i più piccoli, dai 12 ai 36 mesi). Variegato anche il ventaglio delle attività extradidattiche, con momenti di vita comunitaria (dall’ormai consolidata esperienza del presepe vivente alle recite scolastiche). Non mancano altresì corsi di lingua inglese, con docente qualificata per la certificazione Cambridge, laboratorio musicale, calcetto e danza classica.