• Cinque furbetti del reddito di cittadinanza scoperti nel Palermitano
  • La guardia di finanza ne becca 5 tra Carini e Capaci
  • Sono stati denunciati alla Procura e dovranno restituire oltre 92mila euro

Non si ferma l’azione della guardia di Finanza contro gli ormai famosi furbetti del reddito di cittadinanza. Ne sono stati scoperti altri 5 in provincia di Palermo, tra Carini e Capaci.

La scoperta tra carini e Capaci

In particolare, nei giorni scorsi i militari della Tenenza di Carini, in stretta sinergia con l’Inps, hanno scoperto altri 5 illeciti percettori del sussidio. Tre sono residenti a Carini e 2 a Capaci. Tra i soggetti controllati: 2 risultavano aver vinto giocando alle scommesse online per consistenti importi non indicati nella comunicazione compilata per l’ottenimento del sussidio. Un altro non aveva il requisito della residenza in Italia e i rimanenti due sono risultati destinatari di una misura cautelare personale degli arresti domiciliari.

Denunciati alla Procura di Palermo

Si tratta di circostanze che costituiscono cause ostative alla concessione del beneficio, i finanzieri hanno proceduto a denunciare i soggetti alla Procura della Repubblica di Palermo. Nello stesso tempo le fiamme gialle hanno sequestrato le “Card reddito di cittadinanza”. Sono stati anche segnalati gli indebiti percettori all’Inps per la revoca o decadenza del beneficio e per il recupero coattivo delle somme già indebitamente percepite.

Ora dovranno restituire tutto

È stato calcolato che i 5 furbetti hanno percepito senza averne diritto somme pari a 92mila euro circa.