Ancora un’aggressione sul Tram a Palermo. Un giovane di 30 anni ha colpito ieri al volto un controllore dell’Amat sulla linea 1, nella zona dello Sperone.

Il controllore ha chiesto il biglietto al passeggero che per tutta risposta gli ha sferrato un colpo al volto.

Sono intervenute le volanti della polizia e un’ambulanza del 118 che ha portato il ferito al pronto soccorso del Civico. Per lui cinque giorni di prognosi in attesa di sottoporsi a una visita oculistica per verificare le condizioni prima di tornare a lavoro.

Due dipendenti dell’Amat sono saliti a bordo del tram. Tra i passeggeri c’era anche un uomo, di circa 30 anni, che alla richiesta del biglietto si è mostrato prima insofferente e poi nervoso. “Biglietto non ne ho”, avrebbe detto a uno dei due controllori. I toni del dialogo si sono subito surriscaldati e l’uomo avrebbe iniziato a inveire, rifiutandosi di mostrare il tagliando e offendendo i due dipendenti.

Il passeggero, secondo quanto riferito da alcuni testimoni, avrebbe fatto un balzo nascondendosi dietro uno dei controllori prima di colpire il collega, il quarantenne A.I., con un violento schiaffo in faccia.

Poi la fuga. Il tram ha proseguito la corsa verso il capolinea del Forum dove poi è intervenuta la polizia. Gli agenti hanno ascoltato il racconto della vittima e chiesto di acquisire le immagini del sistema interno di videosorveglianza.

Quello di ieri mattina è solo l’ultimo episodio di una lunga lista. Ad agosto scorso un altro controllore è stato aggredito a bordo di una vettura del Genio alla fermata della stazione centrale. A colpirlo con un pugno alla testa, anche in quel caso, era stato un viaggiatore sprovvisto di biglietto. Pochi mesi dopo, a ottobre, a finire sotto una raffica di pugni è stato un autista dell’Amat, soccorso dai sanitari del 118 alla fermata di piazza Croci, vicino alla centrale via Libertà.