Da un lato il commercialista e il garante per il contribuente. Dall’altro il direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate. Tema scoppiettante il fisco.

E’ iniziata parlando di tasse e di dialogo tra cittadino e Stato la dodicesima edizione della trasmissione televisiva Botta e Risposta.

Il talk televisivo siciliano, condotto da Claudio Di Gesù. Infatti, nella prima puntata ha affrontato l’argomento delle tasse: Fisco – Contribuente…si può dialogare?

Un argomento molto sentito visto che le tasse in Italia sono molto alte e i servizi non sempre efficienti.

“Quello del dialogo tra il cittadino e la burocrazia è il tema molto sentito. Figurarsi quando si tratta di tasse, soldi e contestazioni. Spesso è muro contro muro  -ha spiegato il conduttore-, Abbiamo dimostrato in trasmissione che tanto si è fatto e che ci sono strumenti nuovi a disposizione per il cittadino per fare valere le proprie ragioni. E di ragioni ce ne sono tante viste le continue cartelle pazze spedite da Comuni e Enti”.

“Grazie agli ospiti qualificati- ha proseguito il conduttore- si è tracciato un  un quadro, un po’ più confortante, almeno per quanto riguarda la Sicilia”.

“Le difficoltà ci sono, come ha rilevato il Santo Russo, commercialista di Palermo, che ha fornito dati precisi su alcuni casi anomali di gestione da parte dell’Agenzia delle Entrate”. Il suo interlocutore diretto Pasquale Stellacci,

Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate Sicilia, ha posto l’accento sull’azione specifica da lui fortemente voluta cioè il dialogo con i cittadini ci deve essere “ecco perché prima di emettere qualsiasi atto impositivo, preferiamo ascoltare il contribuente”.

Quest’ultimo trova una valida sponda nel Garante per il Contribuente per la Sicilia nella figura Salvatore Forastieri, presente tra gli ospiti della puntata.

“Cinquecento casi segnalatici – ha riferito il Garante – nell’ultimo anno, hanno trovato una soluzione favorevole per il contribuente ben un terzo del totale, la rimanente parte è stata dettagliata sulla veridicità dell’accertamento. Tale comportamento ha consentito di sfrondare gli accertamenti subiti da qualsiasi eventuale non congruità.

Gli altri ospiti sono stati il deputato regionale Vincenzo Figuccia e il giornalista di Blog Sicilia Ignazio Marchese.

Una puntata con indici di ascolto che rendono evidente un lavoro comunicativo sempre più dettagliato e indubbiamente seguito dai siciliani sia sul digitale terrestre siciliano, su Sky, oltre che sul web.