Teatro, musica, danza, workshop, eventi legati alla multiculturalità, alla memoria e alla sostenibilà. È il primo cartellone del Salinas Culture Hub presentato al Museo Archeologico Salinas, alla presenza degli operatori e artisti coinvolti. Nato da una call che il museo e CoopCulture, hanno lanciato il 24 novembre per ricevere proposte legate al territorio e che è andata oltre le aspettative. Sono 14 le proposte selezionate tra 82 progetti proposti e che coinvolgeranno tutti gli spazi del museo. La struttura museale ora si apre alla città.

Il Salinas si prepara anche ad ospitare i visitatori nell’ambito dell’iniziativa #domenicaalmuseo. Ogni prima domenica del mese, infatti, l’ingresso è gratuito con visite guidate da un archeologo. Salinas Culture Hub è dunque un ricco calendario di eventi che mette insieme diverse forme espressive, coinvolgendo pubblici e temi diversi.

“Abbiamo scelto idee che aderissero all’identità culturale del museo, ma che fossero anche sostenibili – dice Letizia Casuccio, direttore di CoopCulture -. Non è un libro dei sogni, ma progetti chiavi in mano pronti ad essere realizzati, da un punto di vista culturale, economico ed organizzativo”. “La mission del Salinas è quello di aprirsi alla città come luogo sociale – interviene la direttrice Francesca Spatafora -: il museo vuole rinsaldare i rapporti con il territorio e mettere a disposizione i suoi spazi. Da vivere”. “Abbiamo scelto progetti che mantenessero aderenza alla specificità del luogo e, nello stesso tempo, si aprissero il più possibile alla trasversalità dei linguaggi – spiega Cristina Da Milano di ECCOM, che fa parte della giuria che ha scelto i progetti, con il compositore Marco Betta, il giornalista Davide Camarrone, il critico d’arte Helga Marsala e il direttore del Centro di Cinematografia Ivan Scinardo, con il Salinas e CoopCulture.

Il progetti sono racchiusi in macroaree e saranno un modo per trattare temi attuali: migrazioni, donne, sostenibilità, ecologia, memoria, scrittura e archeologia. Attraverso la musica e il teatro, la danza e gli incontri a tema, i laboratori di scrittura e le visite pensate per i bambini.  Calendario in definizione, intanto ecco i progetti con le date indicative. I 14 progetti selezionati si svolgeranno tra maggio e giugno.