Entro il mese di febbraio potrà essere riaperto il ponte Bailey della Guadagna. Il ponte, costruito nel 1996 dal Genio Civile, è stato chiuso per motivi di sicurezza nei giorni scorsi, al fine di consentire alcune verifiche sulle condizioni di sicurezza.

Il prossimo 3 febbraio le maestranze del Coime inizieranno a lavorare sul ponte Bailey della Guadagna, chiuso a fine dicembre per dalla Protezione civile per alcuni problemi al tavolato e all’asfalto. “Grazie alle nostre sollecitazioni – dice il consigliere comunale di Italia Viva a Palermo Dario Chinnici -, all’impegno dell’assessore Maria Prestigiacomo e alla disponibilità di Coime e Rap, riusciremo a riaprire il ponte alla circolazione entro febbraio”.

In attesa del termine dei lavori, le condizioni del traffico veicolare nella zona restano critiche. Il ponte, infatti, rappresenta un importante punto di collegamento di due aree molto trafficate sulle sponde dell’Oreto.

“La prima fase dei lavori, affidata al Coime, prevede la sostituzione del tavolato danneggiato – spiega Chinnici – con una spesa di 10 mila euro circa. Poi toccherà alla Rap rifare l’asfalto. L’augurio è che tutto si concluda entro il prossimo mese, ridando fiato al traffico di una parte importante della città che in queste settimane ha sofferto enormi disagi. Chiediamo però all’amministrazione di non aspettare il prossimo problema strutturale: bisogna iniziare subito a pensare a un vero ponte nel quartiere Guadagna“.