La vertenza del Petrolchimico di Gela che da quasi tre settimane sta paralizzando la cittadina del Nisseno domani sbarca all’Ars. Si riunirà, infatti, alle 14,00 nella Sala Rossa del Palazzo dei Normanni di Palermo la commissione Attività produttive con all’ordine del giorno lo stato di attuazione del Protocollo di intesa proprio per l’area di Gela.

“Abbiamo convocato questo incontro alla presenza, fra gli altri, del presidente della Regione e dei responsabili nazionali Eni – dice Giuseppe Laccoto, presidente della commissione – per fare chiarezza sul futuro dello stabilimento e dell’indotto. Un intero territorio e migliaia di lavoratori hanno bisogno di conoscere i motivi che hanno portato a questa situazione e le possibili soluzioni. Ci aspettiamo che in commissione – conclude Laccoto – si possa creare un clima positivo e costruttivo fra tutte le parti coinvolte”.

Alla riunione della commissione Attività produttive parteciperanno il presidente della Regione Rosario Crocetta; il responsabile relazioni Enti locali e Istituzioni Eni Francesco Manna; il sindaco di Gela Domenico Messinese; l’assessore regionale per le Attività produttive Mariella Lo Bello; l’assessore regionale per il Territorio e l’Ambiente Maurizio Croce; l’assessore regionale per l’Energia Vania Contrafatto; l’assessore regionale per la Famiglia, le politiche sociali e il lavoro Gianluca Miccichè. Parteciperanno inoltre i rappresentanti delle associazioni sindacali ed i sindaci del territorio.