Le sigarette di contrabbando arrivavano tramite i corrieri espressi. Marito e moglie e un terzo giovane sono stati denunciati dalla guardia di Finanza accusati di contrabbando e ricettazione.

I tre palermitani moglie e marito C.M.V. 22 anni e C.G.B., 30 anni, e M.F.P. 25 anni erano andati a ritirare dei pacchi postali in un deposito a Brancaccio dove i finanzieri nel corso dei controlli hanno trovato 30 chili di sigarette di marca Chesterfield, senza i sigillo dei “Monopoli di Stato”.

Le 150 stecche sono state sequestrate. La vendita delle bionde al dettaglio avrebbe fruttato 4500 euro. I pacchi erano stati spediti da Napoli.