La Questura di Palermo ha coordinato un servizio interforze per il contrasto al fenomeno dell’abusivismo commerciale lungo i litorali di Isola delle Femmine e Capaci, luoghi che nella stagione estiva sono caratterizzati da un’alta concentrazione di persone nei locali e nei lidi balneari che insistono su quei territori.

A dirigere il dispositivo personale del Commissariato di Mondello che, in collaborazione con militari della Guardia di Finanza –Tenenza di Carini e con personale della Polizia Municipale di Capaci, dell’ASP di Palermo e della SIAE, ha sottoposto ad accertamenti di natura amministrativa alcuni stabilimenti balneari di Isola delle Femmine e di Capaci.

In un lido di Isola delle Femmine presso il quale venivano somministrati alimenti e bevande, sono state accertate carenze igienico-sanitarie. Al titolare è stato contestato anche il mancato pagamento dei diritti SIAE relativi alla presenza di musica dal vivo ed è stata, inoltre, riscontrata all’interno dell’esercizio la presenza di lavoratori non in regola.

Analoghe violazioni amministrative ( carenze igienico-sanitarie, mancato pagamento diritti SIAE) sono state accertate in un lido di Capaci; anche qui vi era, inoltre, presenza di lavoratori non in regola.

Complessivamente sono state elevate ai titolari dei due stabilimenti sanzioni per un totale di 10.330 euro e sono in corso ulteriori verifiche di natura fiscale e tributaria in ordine alle violazioni riscontrate nei due esercizi.
A far da cornice di sicurezza alle attività, diversi posti di controllo lungo il perimetro e lungo le principali vie di accesso alle zone interessate, da parte dei poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine di Palermo, durante i quali sono state sottoposte a controllo circa 70 persone e più di 30 veicoli.