Il rimpasto nella giunta Musumeci ritarda e rischia di slittare bloccato dai veti incrociati e dai gradimenti ondivaghi e nel frattempo gli alleati decidono di cambiare strategia. Così al presidente della regione arrivano i ‘consigli non richiesti’ del leader di cantiere popolare, il centrista Saverio Romano.

Il messaggio di Romano è abbastanza chiaro e parte da un breve post su facebook dal sapore prettamente politico. eccoli i “consigli non richiesti al Presidente Musumeci: 1) inviti la coalizione che lo ha sostenuto alle elezioni per valutare lo stato di attuazione del programma,2) raccolga eventuali nuovi suggerimenti, 3) proceda al completamento del governo, 4) avversi il Suk assembleare ed inviti le opposizioni a riformare insieme la macchina istituzionale. Basta così”

Un messaggio quasi ovvio, dunque. Romano invita Musumeci ad un vertice di maggioranza anche se gli chiede di rivolgere un invito per fare il tagliando al programma. ma questa è la lettura comune che viene data a queste parole anche in virtù del punto due: “raccolga suggerimenti”.

Si scrive “programma” si legge “equilibri nella coalizione” dicono quelli che di politica all’antica si intendono. Di fatto l’invito ad un vertice, ad un confronto c’è. E fra gli argomenti sul tavolo, c’è da scommetterci, dovrà esserci l’apertura del presidente e di Diventerà Bellissima alla Lega proprio quando i centristi erano ormai convinti che guardasse a loro come interlocutori privilegiati per il nuovo centro destra. Ma ci sarà da parlare anche di nuovi gruppi politici e di fughe dal Pd verso Forza Italia probabilmente

E forse solo così, con un confronto, si può tentare di uscire dall’impasse