Ancora medici aggrediti dai familiari dei pazienti. Gli ultimi due casi il primo a Siracusa e il secondo all’ospedale dei Bambini di Palermo.

A Siracusa l’aggressione al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I a Siracusa. Due medici della struttura sanitaria sono stati violentemente aggrediti da un paziente che è poi stato bloccato dagli agenti delle Volanti.

L’aggressore era arrivato poco prima in pronto soccorso con una ferita alla testa e, dopo aver spiegato all’addetto al triage il proprio problema aveva atteso di essere visitato.

Mentre era nel reparto è andato in escandescenza scagliandosi contro due medici; ha afferrato un medico per il collo provando a strangolarlo ma procurandogli fortunatamente solo dei graffi e ha lussato una spalla all’altro medico.

Sono arrivati gli agenti delle Volanti che hanno fermato l’uomo e avviato le indagini per ricostruire quanto accaduto.

Oggi per protestare contro l’ennesima atto di violenza, è previsto un sit in del personale del pronto soccorso davanti l’ingresso dell’ospedale Umberto I.

Il secondo episodio ieri all’ospedale dei Bambini. Qui un uomo che accompagnava la figlia per una consulenza dall’otorino pretendeva che la visita fosse effettuata immediatamente.

Per questo motivo ha aggredito la guardia giurata e anche la dottoressa del pronto soccorso. Poi è fuggito.

Anche in questo caso gli agenti delle volanti stanno cercando di risalire all’uomo che ha aggredito il personale in servizio al pronto soccorso. Del resto non sarà difficile visto che l’uomo ha dovuto lasciare i dati quando ha effettuato il triage.