Continua fino al 3 novembre il Mùfara Fest, il cartellone ad alta quota, a Piano Battaglia, sulle Madonie. Tra musica, parole, degustazioni, visite guidate, yoga, mountain bike ed escursioni in mezzo alla natura. Un modo per riscoprire le Madonie e prendere contatto con un ambiente intatto, sul monte Mùfara, lontano dalle luci della città e dall’inquinamento della metropoli.

La kermesse continua con due gare in quota, dedicate agli appassionati di trekking e di mountain bike. Lo sport diventa protagonista della rassegna madonita nelle prossime due domeniche di settembre. Si parte il 22 con il trekking di regolarità attraverso un percorso naturalistico di particolare bellezza mentre tra una settimana sarà la volta della prima cronoscalata “Sentiero dei Daini” aperta alle mountain bike “normali” e a quelle elettriche a pedalata assistita.

Domenica prossima, alle 9,30, al via “La passeggiata delle alte Madonie” di trekking. Lo start è previsto dal laghetto di Mandria del Conte: un angolo montano di grande bellezza, un vero tesoro nascosto. Da qui il percorso si snoderà lungo il sentiero del Vallone della Giumenta, per proseguire verso Portella Colla fino al traguardo fissato agli impianti di risalita di Piano Battaglia.

La graduatoria finale non sarà stilata in base alla velocità: in pratica non vincerà il miglior tempo ma l’equipaggio che rispetterà meglio i tempi dettati dagli organizzatori. Nessun allenamento specifico, né la necessità di una condizione fisica straordinaria, anzi i partecipanti potranno aggregarsi in squadre composte al massimo da tre persone o da nuclei familiari che si daranno “battaglia” armati di scarponi, zaino e bastoncini.

La quota d’iscrizione è di 10 euro a persona che comprendono la salita in seggiovia, l’assicurazione, la t-shirt, il pacco gara e il rinfresco con spaghettata.

Domenica 29 settembre toccherà invece ai bikers, amatori e agonisti, in sella alle mountain bike e alle e-MTB con la prima cronoscalata “Sentiero dei Daini”. Il raduno a partire dalle 8, partenza alle 9,30 dall’Hotel “La Montanina”. Il circuito, particolarmente impegnativo, è di 4,3 km da Piano Zucchi a Piano Battaglia con un dislivello di 444 metri. Per prendere parte alle competizione di “crosscountry”, agli atleti è richiesto un contributo di 12 euro (incluso chip) per il pacco gara e il ristoro finale.