Un appello ai sindaci per vietare fuochi d’artificio e botti. E’ quanto si legge nel comunicato dell’assocazione Fre Green Sicilia rivolto a tutti i sindaci siciliani affinché emettano ordinanze a tutela di persone e animali domestici e selvatici la cui incolumità ogni anno è minacciata dai botti di Capodanno.

“Ogni fine anno assistiamo inermi a troppe vittime per una notte di festeggiamenti. Si tratta di centinaia di feriti (ma anche di decessi) che vanno a finire al pronto soccorso con gravi danni fisici. Tra questi soprattutto adolescenti e minori. Purtroppo le Autorità preposte fanno ben poco per vietare i botti legali o illegali, che tra l’altro sono venduti anche a minori quando invece la legge lo vieta.

Tra le vittime umane – afferma Alfio Lisi portavoce di Free Green Sicilia – vi sono anche migliaia di vittime tra gli animali domestici e selvatici sempre a causa dei fuochi d’artificio. Ricordiamo che il trauma che vivono gli animali domestici e selvatici è dovuto principalmente ai loro sensi che sono molto più sviluppati rispetto a quelli umani. A partire dall’udito: se l’uomo ha una percezione uditiva compresa tra le frequenze denominate infrasuoni, intorno ai 15 hertz, e quelle denominate ultrasuoni, sopra i 15.000 hertz, quella dei cani arriva a circa 60.000 hertz e quella dei gatti 70.000 hertz. Lo stesso per la sensibilità visiva. Un bagliore improvviso può disorientare e terrorizzare l’animale. Tutto ciò può provocare agli animali gravi e anche mortali conseguenze come, infarto, perdita dell’udito, perfino aborto da stress dì animali in stato di gravidanza e così via.

Ovvero quello che non viene raccontato e mai mostrato da chi dovrebbe sono le vittime innocenti per una notte di follia per festeggiare l’ingresso di un nuovo anno che potrebbe e deve essere festeggiato in maniera civile e nel rispetto delle leggi , dell’incolumità pubblica e di ogni essere vivente.

Molti Comuni tra questi capoluoghi di provincia hanno vietato, con sanzioni che vanno fino a 500 euro, i fuochi e i botti nei luoghi pubblici, altri comuni sono arrivati a vietarne addirittura la vendita.”

E’ quello che Free Green Sicilia chiede ai sindaci, ovvero il vietare i botti di Capodanno e la loro vendita affinché le città non si trasformino in una sorta di far west e dove ognuno possa trascorrere la fine dell’anno e l’inizio del nuovo con serenità e allegria ma senza rischiare di andare a finire in ospedale, o purtroppo peggio.