L’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone plaude la nomina dei commissari delle Zes in Sicilia del ministro per il Sud Mara Carfagna.

“Di Graziano ed Amenta nomine lungimiranti”

“L’avvenuta e assai attesa designazione dei commissari delle due Zone economiche speciali della Sicilia – sottolinea l’assessore Marco Falcone – è una buona notizia per le future prospettive economiche e infrastrutturali della nostra Regione. Rivolgiamo un plauso al ministro Mara Carfagna per la lungimirante scelta di puntare su Alessandro Di Graziano per la guida della Zes di Sicilia orientale e di Carlo Amenta per la Zes di Sicilia occidentale, due docenti ed esperti di alto profilo e di riconosciute qualità che adesso potranno essere messe al servizio del territorio e del rilancio socio-economico di città e aree produttive strategiche dell’Isola. Auguriamo loro buon lavoro”.

“Ministro Giovannini invii nuova governance per autorità portuale”

Prosegue l’esponente del governo Musumeci: “Auspichiamo adesso che il ministro Giovannini segua l’esempio della collega Carfagna, individuando rapidamente la nuova governance dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale e ponendosi, in tali scelte, in virtuoso dialogo con il territorio. Come già evidenziato dal presidente Nello Musumeci, lo stallo sulle nomine appare sempre più incomprensibile e penalizzante per il funzionamento dell’Autorità”.

Ieri le nomine

Carlo Amenta per la Sicilia occidentale ed Alessandro Di Graziano per quella orientale sono i due commissari delle Zes, le zone economiche speciali nell’isola. A nominarli il ministro per il Sud Mara Carfagna di concerto con la Regione siciliana.

Di fatti, i commissari sono i rappresentanti legali delle Zes. Le nomine erano attese perché adesso le due strutture potranno andare a regime e far partire gli appalti. Amenta, 46 anni, è un commercialista e docente di Scienze economiche, aziendali e statistiche nell’ateneo di Palermo. Ricopre inoltre l’incarico di direttore dell’Osservatorio economia digitale all’Istituto Bruno Leoni.

Amenta è vicino agli assessori Roberto Lagalla, già rettore dell’Università di Palermo, e Gaetano Armao, che lo aveva già indicato a inizio legislatura nel pool di esperti a cui fu chiesto di verificare la situazione contabile ereditata dal precedente governo. Docente universitario anche Di Graziano, 47 anni, che insegna Infrastrutture e sistemi di trasporto a Catania, da molti definito gradito all’assessore Marco Falcone.