Oggi l’allerta incendi è massima. Sono previsti numerosi incendi. Intanto la notte quella appena passata è stata una lunghissima notte di lavoro per i vigili del fuoco e per i forestali.

Coordinati dal centro soccorsi che è stato convocato in prefettura sono intervenuti per spegnere incendi divampati a Carini, Terrasini, Balestrate, Bolognetta, Monreale, San Martino della Scale, Trappeto, San Mauro Castelverde, San Cipirello.

Tutti roghi contenuti che ancora non sono del tutto spenti. Già questa mattina si sono levati i mezzi aerei. E a dare manforte alle squadre dei vigili del fuoco palermitane sono già arrivate diversi uomini dalle varie province siciliane e stanno arrivando uomini e mezzi dalla Calabria, Campania e Molise.

“Oggi rischia di essere la situazione molto più grave di ieri. Sono sguinzagliati gli uomini delle forze dell’ordine che stanno controllando il territorio a caccia degli incendiari – dicono alcuni soccorritori – Speriamo di prenderli. Dopo qualche giorno di tregua ieri sono tornati all’attacco”.

Dal tramonto all’alba, senza sosta il lavoro dei vigili del fuoco: 135 gli incendi boschivi spenti nelle ultime 48 ore nella provincia di Palermo.

Per evadere le richieste di soccorso sono state mobilitate anche risorse extra provinciali ed in particolare provenienti dai comandi VVF di Agrigento, Caltanissetta, Messina, Catania, nonché le sezioni di colonna mobile Calabria.

Le zone maggiormente coinvolte sono Bolognetta, Belmonte Mezzagno, Carini, Partinico e Balestrate. Diverse abitazioni sono state evacuate in via precauzionale. In Sicilia stanno arrivando vigili del fuoco anche da Napoli e Potenza.