Beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie per un valore complessivo stimato in oltre mezzo milione di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza ad alcuni degli indagati dell’inchiesta della Procura di Palermo su una maxi truffa alle assicurazioni.

Le due operazioni, condotte da Polizia e Guardia di finanza, hanno assestato un altro duro colpo all’organizzazione che inscenava falsi incidenti, provocando gravissimi danni fisici alle vittime compiacenti e facendo un morto. Sono complessivamente 42 i fermati (34 dalla Polizia e 8 dalle Fiamme gialle) nei blitz denominati “Contra fides” e “Tantalo bis”.

Il sequestro preventivo per equivalente è stato disposto nei confronti degli otto indagati della Guardia di Finanza. Le due operazioni condotte dalle Fiamme Gialle e dalla Polizia di Stato costituiscono un’altra tappa dell’inchiesta che già lo scorso anno aveva portato a 11 fermi e a una cinquantina di indagati.