Con una sentenza che ribalta il primo grado del 2018, la II sezione d’Appello civile di Milano ha condannato il Viminale e risarcire i tre figli del Generale Dalla Chiesa (ucciso dalla Mafia nel 1982) con 400 mila euro.

Lo riporta oggi il Corriere della sera.

In primo grado il ministero, che gestisce un ‘Fondo di rotazione per la solidarietà alle vittime dei reati di tipo mafioso si era visto dare ragione quando chiedeva che a tale risarcimento venisse addebitato solo al Boss condannato per la strage di Palermo (che risulta nulla tenente).

La sentenza si basa sul fatto che i figli “in età ancora giovane abbiano subito gravi sofferenze in seguito alla tragica perdita del padre” in considerazione anche “dell’efferatezza del crimine” e della “risonanza mediatica”.