• A Palermo una pattuglia dell’Esercito ha salvato una donna dal tentativo di suicidio
  • Un’altra pattuglia dei militari ha sequestrato sostanze stupefacenti nascoste in un motorino senza targa
  • A Gela, infine, hanno arrestato una persona per tantata rapina

Numerosi gli interventi dei militari del raggruppamento Sicilia Occidentale impegnati nell’operazione Strade Sicure, iniziata da metà giugno. A Palermo, una pattuglia dell’Esercito ha impedito ad una donna di togliersi la vita lanciandosi da un cavalcavia, fermando tempestivamente il veicolo e consentendo alle Forze di Polizia e al personale del soccorso medico di identificare la donna e prestarle le prime cure.

Contrasto allo spaccio di stupefacenti

A Marsala, in provincia di Trapani, un’altra pattuglia dell’Esercito impegnata nell’operazione Strade Sicure, congiuntamente alla Polizia di Stato, ha fermato un individuo alla guida di un motociclo senza targa e sequestrato le sostanze stupefacenti nascoste sotto al sedile.

Arresto per tentata rapina a Gela

Infine a Gela, i militari dell’Esercito, in concorso con i Carabinieri, hanno permesso l’arresto di un individuo per tentata rapina ad un’attività commerciale.
Attualmente l’operazione Strade Sicure per la Sicilia Occidentale è condotta dal 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo che, dal 19 giugno scorso, è impegnato per la tutela della sicurezza a favore della popolazione, coordinati da una Sala Operativa dedicata operativa 24 ore su 24.