Alibaba, con il supporto del ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo e del Distretto agrumi di Sicilia, sara’ la prima piattaforma globale a portare le arance rosse di Sicilia in Cina.

Lo rende noto un comunicato. In novembre in una missione in Cina del vicepremier Luigi Di Maio era stato ‘chiuso’ il dossier sull’export di agrumi, con arance e limoni che potranno essere trasportati in aereo nel gigante asiatico, mentre in dicembre era stato firmato a Milano il rinnovo del ‘memorandum of understanding’ tra ministero,
Icqrf e Alibaba per promuovere le eccellenze agroalimentari di qualità certificata italiane su tutte le piattaforme del gruppo cinese. L’arancia rossa sara’ presente in una fascia di mercato premium, di alta qualità e distribuite a partire dalle prossime settimane, inizialmente tramite Mr Fresh di Tmall, una dei ‘marketplaces’ on line del gruppo Alibaba che conta 637 milioni di consumatori cinesi attivi, e Freshippo, catena di supermercati ‘new retail’.

“Sono veramente contento del fatto che sta per partire il primo carico di arance siciliane via aereo verso la Cina: è un accordo che abbiamo firmato con il ministro Centinaio subito dopo la visita a Shanghai, questo significa che non porteremo solo artigianato ma anche agroalimentare, con grandi opportunità per comparti che erano in forte crisi” dice il vicepremier Luigi Di Maio a margine del forum Italia-Cina. “La firma della Via della Seta, le relazioni diplomatiche e industriali che possono nascere grazie agli accordi che si firmano in questi giorni – ha aggiunto – creeranno più posti di lavoro in Italia per le nostre aziende, faranno nascere nuove imprese in Italia”.

Xi Jimping con la moglie e un seguito di 200 persone oggi è a Roma dove resterà fino a domattina. La visita ufficiale in Italia finisce alle 13,30 poi il Presidente cinese partirà per Palermo dove la sua visita diventerà privata per quanto privata possa essere la visita di un capo di Stato. In città arriverà dopo le 15 e sarà ricevuto dal prefetto dal Presidente della Regione e dal sindaco di Palermo. Unica tappa nota quella di Palazzo dei Normanni per una visita del Palazzo Reale e della Cappella Palatina che durerà complessivamente “37 minuti”, come è stato stabilito dal rigido protocollo. Qui sarà ricevuto dal presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè. Per il resto tutto riservato.

Palermo sarà comunque blindata. Il presidente allogherà a Villa Igiea insieme al suo seguito mentre il suo servizio d’ordine alloggerà al San Paolo Palace. Sul fronte delle misure di sicurezza, sono stati istituiti una serie di divieti di sosta già a partire dalle 7 del mattino di domani e fino alle 14 di domenica 24 nei pressi dell’hotel Villa Igiea, nei quartieri Acquasanta e Arenella, nella zona di Mondello, nelle aree che si trovano nei pressi di palazzo dei Normanni e degli hotel Astoria e San Paolo Palace dove sarà alloggiata una parte della delegazione cinese. Nelle aree intorno agli alberghi transito consentito solo alle auto dei residenti

Per far rispettare i numerosi divieti di sosta l’Amat, di intesa con il comando della polizia municipale, ha predisposto il servizio rimozione con autogrù a partire dalle 13 del 21 marzo e fino alle 12 del 24 marzo. Oltre alla rimozione forzata delle auto, nelle zone dove vige la limitazione della circolazione veicolare e della sosta, sarà garantito anche il prelievo di scooter e moto.

LEGGI QUI GLI ULTIMI DIVIETI DI CIRCOLAZIONE DISPOSTI

IL RIASSUNTO DI DIVIETI DI TRANSITO E SOSTA