Una settimana fa il sindaco Orlando ha assegnato il bando per la rinascita del Palermo ad Hera Hora. Adesso i nuovi proprietari cercano di allacciare i contatti con chi ha conteso, fino alla fine, la possibilità di rilevare il Palermo.

Dario Mirri, scrive l’edizione odierna de “Il Giornale di Sicilia”, ha chiamato Nunzio Colella (proprietario di Carpi Srl cioè Alcott e Gutteridge) e tra i due ci sarebbe stato anche un incontro. L’incontro è avvenuto per la ricerca di partner per portare avanti il progetto sportivo della rinascita dei rosanero.

Al momento, però, il contatto tra le due parti non è sfociato in alcunché. Colella, a sorpresa, aveva presentato al sindaco Orlando una proposta per ottenere l’incarico di far ripartire il Palermo dalla Serie D. Una manifestazione d’interesse concreta, per di più con un business plan competitivo, che fino all’ultimo ha permesso all’imprenditore napoletano di rimanere in corsa per l’assegnazione del titolo del club cittadino.

La società sportiva che avrebbe richiesto l’affiliazione alla Figc, però, non era ancora costituita, motivo per cui alla fine la scelta è ricaduta sulla Hera Hora di Mirri e Di Piazza.