Sarà la Hera Hora srl la società della rinascita del Palermo. Lo ha comunicato il sindaco di Palermo Leoluca Orlando dopo aver analizzato, insieme ad una commissione ristretta, tutte le offerte arrivate all’avviso pubblico scaduto ieri sera.

La consegna del nuovo Palermo Calcio alla Hera Hora srl, proprio la società che vede insieme Daniele Mirri, Antonio Di Piazza e Rinaldo Sagramola, che può contare anche sull’assistenza di Banca Igea del direttore Francesco Maiolini era nell’aria da settimane anche se dopo l’arrivo delle offerte sembrava che qualcosa potesse cambiare.

Tra le sei proposte infatti spiccava la Zurich Capital Fund Ltd di Londra insieme ad un fondo arabo. Il progetto parlava di un investimento da 80 milioni di euro che prevedeva anche la realizzazione di un centro sportivo e il programma ambizioso di portare il Palermo di nuovo in Serie A e anche in Champion League. Questa società aveva presentato un business plan da 20 milioni e un’evidenza fondi da 80 milioni di euro.

Sei, come detto, i soggetti che avevano risposto all’avviso di manifestazione di interesse per la scelta di una società cui affidare il titolo sportivo per l’iscrizione al campionato di calcio della prossima serie D.

La commissione, che era composta, oltre che dal sindaco, dall’ex presidente del tribunale di Palermo Leonardo Guarnotta, l’eterno onorevole Carlo Vizzini, consulente del sindaco per lo Sport;  l’Ing. Cesare La Piana, il Capo di Gabinetto  Licia Romano, Francesco Scuderi e l’Avv. Leonardo Di Franco Responsabile della promozione della Città in Staff al Sindaco ha, però, deciso diversamente dalle attese dell’ultima ora per la rinascita del Palermo da mettere nella mani della cordata Mirri-Sagramola

LEGGI QUI I DETTAGLI DEL PIANO MIRRI-SAGRAMOLA

Ecco chi erano tutti i pretendenti: Palermo FBC 1900 (Sergio Di Napoli e soci), Herahora (Mirri-Di Piazza), Cuore Rosa Nero (Lucio Messina), Holding Max (Giorgio Ferrero), Palermo football Club (Di Nunzio, Salvatore, Francesco Colella soci della società Capri srl Napoli), Zurich Capital fund (Alfredo Maiolese).

La prima istanza era arrivata alle 17.55 e l’ultima alle 19.43 sempre della giornata di ieri.

Ma quello di oggi comunque  solo un passaggio intermedio. Ora Orlando avanzerà la proposta alla federazione calcio alla quale spetterà l’ultima parola e non sempre l’indicazione giunta dall’amministrazione della città è stata poi rispettata dalla federazione. La società sportiva avrà, comunque, tempo fino alle ore 15 del 29 luglio per completare le procedure di iscrizione. Solo allora si potrà dire che c’è una nuova società sportiva Palermo Calcio