“Abbiamo fatto un primo lavoro di lettura delle sei proposte per la squadra di calcio, verificando il rispetto dei requisiti formali. Adesso ci divideremo le diverse proposte per studiarne i contenuti nel dettaglio, per quanto riguarda il business plan e gli altri aspetti richiesti nell’avviso. Siamo fiduciosi che entro domani sera (questa sera ndr)  potremo concludere il lavoro”.

Lo scrive su Facebook il sindaco di Palermo Leoluca Orlando postando anche una foto di se stesso al lavoro con  l’ex presidente del tribunale Leonardo Guarnotta e l’eterno onorevole Carlo Vizzini con i quali ha composto una ‘commissione’ per scegliere a chi assegnare la rinascita del Palermo.  Lo scrive intorno alle 22 di ieri sera, circa due ore dopo la scadenza del termine e la divulgazione dell’elenco di offerte(proposte arrivate.

Poteva sembrare una partita chiusa quella per affidare il Palermo alla cordata Mirri – Di Piazza ma alla fine, invece, è spuntata una proposta in più che può far saltare ogni previsione.

La consegna del nuovo Palermo Calcio alla Hera Hora srl, proprio la società che vede insieme Daniele Mirri, Antonio Di Piazza e Rinaldo Sagramola, deve aspettare ancora qualche ora e non appare più così certa nonostante il gruppo possa contare anche sull’assistenza di Banca Igea del direttore Francesco Maiolini.

Tra le sei proposte però quella che  spicca e scompagina tutto viene da Zurich Capital Fund Ltd di Londra insieme ad un fondo arabo. Il progetto parla di un investimento da 80 milioni di euro che prevede anche la realizzazione di un centro sportivo e il programma ambizioso di portare il Palermo di nuovo in Serie A e anche in Champion League. Questa società ha presentato un business plan da 20 milioni e un’evidenza fondi da 80 milioni di euro.“

Si ripartirebbe da zero con 30 milioni subito e altri 50 negli anni a venire con una società nuova di zecca che non si porta sulle spalle il fardello della vecchia gestione.

Alle 20, alla chiusura dei termino erano sei i soggetti che avevano risposto all’avviso di manifestazione di interesse per la scelta di una società cui affidare il titolo sportivo per l’iscrizione al campionato di calcio della prossima serie D.

Ecco tutti i pretendenti: Palermo FBC 1900 (Sergio Di Napoli e soci), Herahora (Mirri-Di Piazza), Cuore Rosa Nero (Lucio Messina), Holding Max (Giorgio Ferrero), Palermo football Club (Di Nunzio, Salvatore, Francesco Colella soci della società Capri srl Napoli), Zurich Capital fund (Alfredo Maiolese).

La prima è arrivata alle 17.55 e l’ultima alle 19.43. Lo staff del Capo di Gabinetto sta facendo le verifiche tecniche formali e poi inizierà la verifica dei contenuti. Il Sindaco ha convocato a partire dalle 19 il gruppo di lavoro che lo supporterà nell’analisi delle proposte.

“L’obiettivo – dicono dal Comune – è quello di annunciare entro 24 ore (già stasera ndr) la società prescelta. Si precisa che le analisi dello stesso gruppo di lavoro si svolgono a porte chiuse e che nessuna comunicazione ulteriore sarà rilasciata fino al termine della procedura di valutazione”.

Lo staff del Capo di Gabinetto sta facendo le verifiche tecniche formali e poi inizierà la verifica dei contenuti.

Insieme al sindaco Orlando ci sono il suo capo di gabinetto Licia Romano, il giudice Leonardo Guarnotta e il consulente per lo sport, Carlo Vizzini. Presente anche l’avvocato Leonardo Di Franco.