Ancora confusione in casa Palermo. Non è stato sciolto il nodo allenatore e, oltre Pergolizzi in corsa c’è un “Mister X”. Un altro concorrente per la panchina che ha già esperienza nel campionato di Serie C e che, scrive l’edizione odierna de “Il Giornale di Sicilia”, ha avuto contatti con Mirri e Sagramola. Il nome è stato tenuto nell’ombra ma, sembrerebbe, la società abbia deciso di affidarsi a Pergolizzi che, dopo aver superato Lucarelli e Bucaro, corre verso l’ufficializzazione. Gli altri nomi sono tutti messi da parte, a partire da Tedesco.

Di Gaetano e Sottil restano legati all’arrivo di Laneri come Ds ma, che comunque, sembrerebbe non essere interessato ad assumere questo incarico in rosanero. La delega sportiva, per il momento, è in mano a Sagramola. Se più in là dovesse essere necessario trovare una figura specifica da portare all’interno della dirigenza, allora si valuterà se far arrivare in Sicilia uno dei consulenti del dirigente romano. Ma che tutto sia in mano sua, ad oggi, è testimoniato dal fatto che sia lui a portare avanti il «casting» per il nuovo allenatore. La scelta è attesa a
breve, anche perché lo stesso Mirri è stato chiaro sui termini per illustrare ai tifosi il progetto tecnico del Palermo: «Dopo il 31 luglio», aveva dichiarato una volta ottenuto il via libera da parte del sindaco Orlando.  Una data che coincide con il consiglio direttivo della Lega D che valuterà le iscrizioni delle società che hanno guadagnato sul campo la partecipazione alla quarta serie. Solo dopo, nei prossimi giorni, si esamineranno le richieste in sovrannumero come quella del Palermo. Il club che oggi prenderà possesso della sede di viale del Fante, almeno su questo fronte, ha completato tutti gli adempimenti richiesti nei tempi previsti, depositando anche gli assegni da un milione di euro complessivo per avere il benestare della Figc.

La società dovrà fare in fretta perché il tempo stringe. Il 12 agosto inizierà il ritiro e l’1 settembre il campionato, ma al momento non c’è un tesserato.