Rischiano la chiusura nei gironi festivi i parchi e i musei siciliani a causa della mancata partecipazione dei dipendenti regionali al piano della Ragione che cerca di mantenere aperti i siti culturali dell’Isola anche durante le festività.

A segnalarlo è il sindacato Sadirs, che per voce di Peppino Salerno e Giuseppe Di Paola ribadisce come “la mancanza di una governance e l’assenza di un confronto coi sindacati stanno portando i siti culturali nel caos”. I regionali, infatti, non si fidano, e così nei beni culturali sono pochissimi i dipendenti pronti ad aderire al piano per garantire l’apertura di musei e parchi nei festivi.

Il Sadirs si chiede perché “i direttori fanno finta che tutto vada bene, si vuole forse affidare ai privati l’intera gestione?”. Il sindacato autonomo quindi prosegue: “Il mancato rispetto dell’accordo sindacale per le aperture straordinarie, necessario a sopperire alla cospicua mancanza di personale in tutte le province, sta creando una diffusa preoccupazione tra il personale in servizio che, non avendo certezze sugli impegni, preferisce non aderire. Per questo – conclude il Sadirs – per l’ennesima volta si chiede tavolo di confronto per scongiurare il peggio”.