“Il nuovo sistema di valutazione dei dipendenti regionali per erogare i premi di produttività è troppo penalizzante e non offre alcuna garanzia ai lavoratori”. Lo dice il sindacato Sadirs ha annunciato un ricorso al Tar per sospendere il provvedimento varato dalla giunta regionale, “perché ritenuto troppo sbilanciato in favore dei dirigenti e senza garanzie per il lavoratore in caso di contestazione”.

Il Sadirs spiega che “la nuova valutazione ha una grande importanza perché, in base alla nuova normativa nazionale, avrà un rilievo vincolante sulla progressione economica orizzontale e sulle future progressioni di carriera”. “Se il ricorso sarà accolto – dice il sindacato – verrà a mancare un sistema di valutazione e la responsabilità sarà solo dell’assessore”.

Il sindacato autonomo guidato da Fulvio Pantano chiede quindi di “rivedere il nuovo sistema di valutazione, che a partire dal 2019 sarà lo strumento attraverso cui verrà erogato il salario accessorio e non solo a tutto il personale non dirigenziale”.