ancora nessun accordo con la regione su aperture festive e turni notturni

Lavoratori beni culturali in stato di agitazione, aperture musei e parchi archeologici a rischio

Scoppia la protesta dei lavoratori dei beni culturali in Sicilia. A pochi giorni da Ferragosto, il settore rischia la serrata dopo la fumata nera dall’incontro tra il direttore generale Franco Fazio e i sindacati, che adesso chiedono l’intervento dell’assessore regionale Alberto Samonà per scongiurare “azioni più forti a difesa dei lavoratori del settore”.

le richieste dei sindacati al governo regionale

Rinnovo contratto regionali “Stallo inaccettabile, incapacità e inadeguatezza della classe politica siciliana”

I sindacati fanno sapere: "Sia chiaro che a ulteriori atteggiamenti dilatori da parte della politica costringeranno i sindacati autonomi maggioritari, inevitabilmente, a una campagna stampa e sindacale contro tutte le malefatte e inadempienze del governo proprio nell’imminenza delle votazioni per il rinnovo dell’assemblea regionale siciliana".

Contratto dipendenti regionali, nuovo stop all’Aran per il rinnovo

“Nella trattativa all'Aran Sicilia non intravediamo ancora la possibilità di un dignitoso rinnovo del Contratto collettivo regionale di lavoro, sia in termini economici che giuridici che per l'improcrastinabile riclassificazione e riqualificazione del personale”. Lo dicono le segreterie regionali di Cobas-Codir, Sadirs e Siad-Csa-Cisal

#Videonotizie BlogPlay


la denuncia dei sindacati che chiedono l'intervento di samonà

Condizionatori rotti al Dipartimento Beni culturali, “Personale lavora in condizioni invivibili”

"Non è possibile, - dicono i sindacati - che il personale debba lavorare in condizioni di salubrità e di sicurezza assolutamente precarie in considerazione di una temperatura esterna di circa 30 gradi centigradi che all’interno degli edifici aumenta in maniera esponenziale, mettendo a repentaglio la propria salute".
+393774389137
Insicilia promo